painting...
RAVO // an awsome project by andrea ravo mattoni
ITA | ENG

Tanzio da Varallo, Davide e Golia

Spray a muro, Varallo Sesia, Maggio 2017

Davide e Golia di Tanzio da Varallo

Del dipinto di Davide e Golia di Tanzio da Varallo, soggetto dipinto dal pittore della Valsesia per due volte, si è molto discusso. Secondo alcuni intellettuali e critici d’arte il grande fascino dell’opera è legato all’ambiguità della figura di Davide, pastore adolescente dai capelli scompigliati e dai muscoli evidenti che stringe la testa di Golia mentre il suo sguardo dolce è perso nel vuoto. Giovanni Testori parla di inconscia gentilezza disperata. Il dipinto è conservato presso la Pinacoteca Civile di Varallo, Pinacoteca che ospita numerose opere di prestigio.
Proprio sopra Varallo si trova il Sacro Monte, con le sue cappelle. Tre di queste raccolgono alcuni dei capolavori del pittore.
Nato ad Alagna Valsesia nel 1582, ai piedi del Monte Rosa, fu uno dei molti pittori che giunti a Roma restarono folgorati dallo stile e dai lavori di Caravaggio. I suoi dipinti e i personaggi che ritrae sono fortemente segnati dal vissuto religioso intenso e tormentato. Durante gli anni della peste dipinse quello che è considerato forse il suo capolavoro, Sennacherib sconfitto dall’Angelo. Sopravvissuto alla peste del 1630, mori tre soli anni dopo.

Tanzio_da_Varallo,_Davide_e_Golia,_ca._1625_(Museo_civico,_Varallo)

Davide e Golia, Tanzio da Varallo, 1625, Pinacoteca Civica, Varallo

Storia dell'opera

Dal contesto alla contestualizzazione

_ALE2910_72dpi
_ALE2913_72dpi
_ALE2266
_ALE0352
_ALE0981
_ALE1152
_ALE1556

Mecenati dell'Opera

Questo murales è stato realizzato con il contributo di:

varallo logo
logo_ti_traduce_176
logo-tagliato